Domani, alle 10,30, alla presenza dell’assessore regionale Falcone ed il sindaco Bolognari riparte la funivia, appuntamento alla stazione di Mazzarò

0
118

TAORMINA – (di redazione) “Con Taormina riparte la Sicilia. È pronta al suo normale andirivieni – annuncia il commissario liquidatore dell’Azienda Servizi Municipalizzata, l’avvocato Antonio Fiumefreddo – la funivia che collega il centro storico della città del centauro alla zona a mare. L’ avvio ufficiale è previsto sabato, alle ore 10,30, alla presenza dell’assessore regionale a Infrastrutture e Trasporti, Marco Falcone, il sindaco di Taormina, Mario Bolognari, i componenti della Giunta, i consiglieri comunali ed i rappresentanti delle forze sociali e produttive di una Taormina che vuole ripartire. È questo un segnale di grande speranza per il futuro immediato della cittadina turistica che sta vivendo un momento di grave crisi ma è pronta a tornare alla normalità anche a partire dal sistema di trasporto”.

Così, come annunciato nei giorni scorsi, si è lavorato per fare in modo che il complesso possa essere funzionale anche alla luce delle nuove disposizioni sanitarie. La funivia è realmente il simbolo tecnologico di Taormina e vedere nuovamente i “grappoli” delle cabine fare la spola tra le stazioni è destinato a dare un segno tangibile della ripartenza di Taormina dopo il blocco forzato. Ma ci sono importanti novità anche dal punto di vista squisitamente gestionale che riguarda l’Asm, che oltre alla funivia gestisce parcheggi, acquedotto ed illuminazione pubblica. “A seguito di un incontro con il Sindaco, l’assessore al bilancio e i funzionari del Comune – conclude Fiumefreddo – ritengo molto proficuo, abbiamo, finalmente, definito il rapporto dare avere tra la Municipalizzata ed il Comune. È questo il frutto di un lavoro molto complesso che è proseguito anche durante il lungo periodo di stop dettato dall’emergenza sanitaria. Adesso si può definire, assieme ai consiglieri comunali, la conclusione della liquidatela di Asm. Dopo saranno le forze politiche che dovranno decidere il futuro dell’azienda”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here