Taormina si candida a diventare la “città del silenzio”, adesso anche fuochi d’artificio senza botti

0
261

Taormina – Fuochi d’artificio senza botti nella città del centauro. Il sindaco, Mario Bolognari, non è più intenzionato a rilasciare concessioni ad alberghi, ristoranti o ritrovi che abbiano intenzione di festeggiare in questo modo qualche evento o anche un semplice matrimonio. “Saranno consentiti solo quei giochi pirotecnici – ha affermato il sindaco, Mario Bolognari – che emetteranno pochi decibel”. Si parla addirittura di botti che non dovranno superare i dieci decibel. In ogni caso si darà il permesso a quelle imprese che garantiranno uno spettacolo silenzioso nei limiti del possibile. Il primo cittadino con questa iniziativa verrà incontro alle proteste di quanti le cui trombe di Eustachio, soprattutto i residenti della via Teatro Greco, erano disturbate dal rumore degli scoppi. Eventi questi che succedono soprattutto in Estate abbastanza spesso ma che vivono l’apoteosi la notte di San Silvestro ed anche quella di ferragosto quando gli alberghi si sfidano in un’ideale gara ai giochi di fuoco più spettacolari. Ma si possono approntare spettacoli di fuochi d’artificio senza il botto e rumore? Certamente esistono imprese che riescono a proporre un programma con creazioni silenziose ed eleganti. Per questo motivo, in Italia, sempre di più amministrazioni comunali, stanno adottando tale tipo di spettacolo. Taormina prediligerà, dunque fuochi d’artificio senza botti, che nulla hanno da invidiare a quelli tradizionali dal punto di vista spettacolare, ma sono privi delle note controindicazioni legate al rumore degli scoppi. Insomma Taormina, in questo senso, si sta allineando alle altre località internazionali nel tentativo di diventare sempre più la città del silenzio e delle passeggiate al chiaro di luna rischiarate da giochi artistici ma senza spari così forti da tapparsi le orecchie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here