Emergenza coronavirus: il premier, Giuseppe Conte, chiude le fabbriche non considerate essenziali

0
306

Roma – Il premier, Giuseppe Conte, chiude tutte le fabbriche non essenziali. Lo ha comunicato ufficialmente, pochi minuti fa, durante una diretta facebook. Il tutto è stato deciso a seguito dell’aggravarsi della situazione sanitaria dove i morti italiani sono realmente troppi, più di quelli della Cina. Rimangono aperti per Conte, anche di domenica, generi alimentari e farmacie. Un’affermazione questa che va in contrasto, ad esempio, con quella del presidente della Regione, Nello Musumeci, che nelle giornate festive ha chiuso le attività che vendono generi alimentari. Il tutto è avvenuto in accordo con i sindacati. L’elenco esatto delle attività industriali e professionali da chiudere temporaneamente sarà reso noto presto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here