Stop concessioni edilizie lungo il percorso del raddoppio ferroviario

0
126

Taormina – “Rfi” ricorda ai comuni interessati al raddoppio ferroviario che, viene fatto obbligo, lungo le aree del tracciato, compresi i tratti in galleria, accanto le quali è stata individuata la fascia di rispetto, di non rilasciare permessi di costruire o altri titoli abitativi. Lo ha fatto, attraverso una missiva alle varie municipalità, il referente del progetto Salvatore Leocata. Per quanto riguarda Taormina è un primo stop che si registra in questo senso. La città del centauro, infatti, non ha a disposizione, infatti, un Piano regolatore aggiornato. Alcuni sodalizi chiedono, appunto, lo stop delle concessioni edilizie fino a quando non saranno in vigore le nuove regole. Mel frattempo l’indicazione delle ferrovie non riguarda solo Taormina. Il piano, nel suo complesso, si fa forte della dichiarazione di pubblica utilità che ha avuto anche l’effetto di variante urbanistica ai Prg. Un provvedimento questo che oltre Taormina investe anche i Comuni di Fiumefreddo di Sicilia, Calatabiano, Castelmola, Letojanni, Gallodoro, Forza d’Agrò, Sant’Alessio Siculo, Savoca, Santa Teresa di Riva, Furci Siculo, Pagliara, Roccalumera, Nizza
di Sicilia, Alì Terme, Itala, Scaletta Zanclea e Messina. Tale divieto si applica a tutti gli edifici e manufatti i cui progetti non sono stati approvati in via definitiva dai competenti organi, alla data di approvazione dell’infrastruttura ferroviaria. Un progetto questo che è stato, invece, esitato ormai in maniera definitiva e rientra, appunto, nel cosiddetto piano “Sblocca Italia”. Come si ricorderà l’idea progettuale delle ferrovie, a Taormina, è molto importante visto che si parla della realizzazione, addirittura, di due nuove stazioni di arrivo e partenza nel più importante polo turistico siciliano con collegamenti diretti al centro storico. Di recente si è discusso in consiglio comunale delle convenzioni gestionali delle aree accessorie a questo nuovo assetto ferroviario le cui opere potrebbero iniziare, stando alle più rosee previsioni, entro i prossimi anni. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here