Il segretario provinciale del Pd, Nino Bartolotta, dice “no” al depotenziamento dell’ospedale “San Vincenzo” di Taormina

0
112

Messina – La notizia dell’eventuale spostamento dall’ospedale “San Vincenzo” del “Centro cardiologico pediatrico Mediterraneo” del Bambin Gesù, è l’ennesimo, purtroppo allarmante, segnale della ormai evidente perdurante volontà politica posta in essere negli ultimi anni, di depotenziare la più importante struttura ospedaliera tra Catania e Messina. “Ritengo necessario e doveroso, da segretario provinciale del PD – dice Nino Bartolotta – ma anche e soprattutto da cittadino del comprensorio taorminese ed utente, di schierarmi a sostegno dell’Ospedale San Vincenzo di Taormina, un’eccellenza con un futuro ancora troppo incerto per responsabilità della politica! Ritengo, infatti, paradossale, che a fronte della utenza in crescita e reparti di grande prestigio, oltre a temere la perenne scure di tagli e ridimensionamento in termini di posti letto e organico, si debba adesso mettere a rischio anche un punto di riferimento eccellente come la Cardiochirurgia Pediatrica. Dati alla mano, negli ultimi anni la Città Metropolitana di Messina ha subito più tagli rispetto a Catania e Palermo; il San Vincenzo, a vario titolo, serve un’utenza di almeno centomila abitanti tra Catania e Messina, senza contare l’utenza calabrese e il conseguente sovraccarico derivante anche dalla  presenza turistica nel territorio, specie nel periodo di alta stagione, con servizi che devono essere inevitabilmente garantiti anche ai numerosi visitatori. I numeri trovano conferma anche nei dati sui numerosi ricoveri e urgenze del Pronto soccorso e, tenuto conto dell’organico sottodimensionato, a volte, come peraltro accaduto allo scrivente in occasione di un ricovero urgente di un proprio familiare, è solo grazie alla indiscutibile dedizione e professionalità del personale ospedaliero, che si evita il peggio. A fronte di tutto ciò, ritengo che il territorio e il comprensorio jonio-alcantara in particolare, non possa più continuare a subire e ad assistere passivamente. Per quanto di mia competenza, nelle more di valutare le opportune azioni di mobilitazione a sostegno e garanzia della importante struttura sanitaria e dei relativi ed indispensabili servizi, chiederò alla deputazione del Partito Democraticoregionale, e in particolare al deputato messinese di riferimento, On.le Calogero Leanza, di interrogare l’Assessore Regionale alla Sanità, sulle reali intenzioni del governo nei confronti dell’Ospedale “San Vincenzo”di Taormina e in particolare sulla Cardiochirurgia Pediatrica”.  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here