“Faccia a faccia” tra Falcone e Russo sul futuro della fascia Ionica in vista dell’annunciato raddoppio ferroviario

0
158

Giardini – Naxos – “In previsione della realizzazione del raddoppio ferroviario è possibile la riqualificazione del vecchio tracciato a scopi turistici”. Ne è convinto l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone. L’amministratore si è trovato, a sorpresa, nella frazione di Chianchitta. Ad accoglierlo è stato il caro amico, Peppino Russo. L’ex consigliere comunale è attualmente il presidente dell’associazione culturale “Tradizione Ambiente e Turismo” che si occupa delle problematiche comprensoriali. “In previsione – prosegue Falcone – potrebbe esserci la realizzazione di una metropolitana leggera che rappresenterebbe un’attrattiva anche perché il nuovo percorso della ferrovia si svilupperebbe, invece, per lunghi tratti in galleria”. Sulla questione relativa al nuovo percorso del treno si è espresso, nei giorni scorsi, in maniera molto dura, invece, Antonio Veroux. L’ex sindaco è attualmente esperto del primo cittadino, Nello Lo Turco. Giardini Naxos avrebbe l’intenzione di realizzare sul vecchio tracciato, una volta dimesso, un percorso stradale che potrebbe collegare la nascitura stazione di contrada Fiascara a Trappitello, in territorio di Taormina, con la vecchia stazione di Villagonia. “Per quanto riguarda le opere compensative – ha detto l’assessore regionale – presto il progetto principale, probabilmente entro un anno, andrà in appalto. Con il ribasso d’asta si avranno a disposizione fondi importanti per poter pensare ad altri interventi. Una volta quantificati si procederà conseguenzialmente”. Insomma, l’assessore regionale, sembra voler andare deciso verso una programmazione territoriale che potrebbe cambiare, radicalmente, il modo di approcciarsi al comprensorio taorminese. “Quello della strada al posto della ferrovia – ha commentato, dal canto suo, Russo – è un piano, sicuramente, interessante visto che potrebbe rappresentare la circonvallazione di Giardini Naxos da servire anche con aree di sosta”. Non è escluso che, presto, si possa svolgere un incontro di Falcone proprio con Lo Turco e Veroux allo scopo di avere chiaro il quadro del da farsi per il futuro di Giardini Naxos ed il territorio limitrofo. Certo i tempi sembrano essere, comunque, ancora lunghi. In ogni caso si attende questo piano destinato a fare ancora discutere anche per la rivoluzione che annuncia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here