All’hotel “Diodoro” in programma una masterclass vinicola su “50 sfumature di Aglianico del Vulture”

0
139

Taormina – L’hotel Diodoro sarà splendida location, sabato 18 maggio con inizio alle ore 20, di un evento unico che convoglierà tutti gli amanti del buon vino: “50 sfumature di Aglianico del Vulture”, uno straordinario racconto, attraverso la degustazione di sette importanti vini dell’azienda vinicola “Cantine del Notaio” (Cantina italiana dell’anno per il 2018), di un grande territorio del vino come lo è il Vulture. Una masterclass dunque di sette vini (di cui l’ultimo verrà servito alla cieca) con protagonista l’Aglianico del Vulture nelle sue differenti e ed interessanti declinazioni, un vitigno straordinario che trova nel Vulture, antico vulcano spento della Basilicata, il suo habitat naturale, e che dà vita ad un vino dalle grandi potenzialità evolutive capaci di sfidare il tempo. “Cantine del Notaio” rappresentano una delle massime espressioni di realtà vitivinicola legate al territorio di tutto il Sud Italia; il suo titolare, Gerardo Giuratrabocchetti (…che a titolo di curiosità detiene il cognome più lungo d’Italia) ha ereditato dal nonno queste storiche cantine e ne ha fatto oggi, alla luce di approfonditi studi e ricerche di agronomia ed enologie, uno tra i fiori all’occhiello del comparto vitivinicolo nazionale. Ha avuto il merito di aver fatto conoscere l’Aglianico del Vulture fuori dalla Basilicata e dall’Italia. I vini della serata in degustazione, tutti ottenuti da uve Aglianico, fanno riferimento nel nome tutti a documenti di stampo notarile e saranno: 1) La Stipula, 2013, un Rosé Brut Millesimato (Metodo Classico); 2) La Parcella, 2016, Basilicata Bianco IGT (Blanc de Noir); 3) Il Rogito, 2016, Basilicata Rosato IGT; 4) Il Repertorio, 2015, Aglianico del Vulture DOC; 5) Il Sigillo, 2012, Aglianico del Vulture DOC; 6) Magnum La Firma, 2009, Aglianico del Vulture DOC; 7) Vino a sorpresa (blind tasting).  L’evento, organizzato dall’AIS sezione di Taormina, vedrà nella serata del 18 maggio la presenza in sala oltre che del delegato di sezione Gioele Micali anche di Paolo Tamagnini, sommelier, relatore e Commissario AIS che giungerà appositamente per la serata dall’Umbria e naturalmente di Gerardo Giuratrabocchetti, dottore agronomo e titolare dell’azienda “Cantine del Notaio”. Un evento unico con protagonista l’Aglianico del Vultura che la critica specializzata ha etichettato come il Barolo del Sud.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here