Aggredito il primario del Pronto Soccorso, Mauro Passalacqua. “Aiace” chiede interventi per garantire sicurezza e liste d’attesa brevi

0
446

Taormina – Aiace chiede interventi per garantire sicurezza e liste d’attesa brevi al Pronto Soccorso. Ha fatto scattare la richiesta l’ennesimo episodio inquietante che ha visto come palcoscenico proprio il frequentatissimo reparto dell’ospedale “San Vincenzo”. E’ stato aggredito, questa mattina attorno alle 8,40, il primario del Pronto Soccorso, Mauro Passalacqua. A scagliarsi contro di lui, stando ad una prima ricostruzione dei fatti, sarebbe stato un soggetto con disturbi psichiatrici, un ventisettenne giardinese originario di Moncalieri. Il giovane ha colpito il medico con numerosi e pesanti pugni in testa che hanno riguardato anche la zona dell’orecchio sinistro. Sono in corso accertamenti da parte della Polizia su questo episodio che ha turbato la normale attività del presidio di contrada Sirina. Il medico ed ex sindaco di Taormina (attuale presidente della Rete Fognante) fortunatamente sta bene ma sarà sottoposto ad una Tac. I sindaci del comprensorio, con intesta Mario Bolognari, hanno dato piena solidarietà al primario e si prospetta già una trasferta all’assessorato regionale alla Sanità per perorare la causa del Pronto Soccorso taorminese. Anche il dirigente dell’Asp di Messina, Paolo La Paglia, si è immediatamente recato a Taormina per verificare di persona quanto accaduto. E’ probabile che entro il 16 di questo mese potrà arrivare a supporto dei medici in prima linea un altro medico. La pianta organica attuale, però, ne prevede almeno sei. Per tale motivo il responsabile del settore sanitario di Aiace, Gaetano Campisi ha chiesto interventi urgenti per fare in modo che si possa lavorare al Pronto soccorso in assoluta serenità. “Quanto accaduto – ha detto Campisi – deve essere relazionato con una visione molto più ampia e il fatto stesso che il personale medico è risicato, può solo aumentare episodi di questo genere. Passalacqua ha più volte fatto vedere possibili soluzioni fattive non tenute in considerazioni per logiche, a nostro avviso, non comprensibili”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here