Musumeci chiude nelle giornate domenicali e festive negozi non essenziali, al momento, la Sicilia resta zona “Arancione”

0
139

Palermo – «Siamo in una fase di grande attenzione e ho ritenuto di accompagnare le decisioni nazionali e regionali con un’ordinanza che ha l’obiettivo di sostenere i primi segnali positivi, evitando nei giorni domenicali e festivi le occasioni di assembramento che abbiamo visto in tante immagini pubblicate dai mezzi di comunicazione. Chiediamo a tutti uno sforzo nelle prossime importanti giornate». Lo ha affermato governatore siciliano, Nello Musumeci, che ha adottato un’ordinanza che punta a limitare le occasioni di contagio nei giorni domenicali e festivi. E’ stata istituita, dunque, la chiusura delle attività commerciali ad eccezione di farmacie, parafarmacie, tabaccherie ed edicole e del servizio a domicilio per prodotti alimentari, combustibili per uso domestico e riscaldamento. «Lo dobbiamo – ha spiegato il governatore – agli operatori della sanità che stanno dimostrando una capacità di intervento senza precedenti, ma lo dobbiamo anche a tutti gli operatori economici che stanno affrontando un momento difficile e, in definitiva, lo dobbiamo a noi stessi, perché bisogna ritornare a una vita il più possibile normale”. L’ordinanza sarà in vigore da domani (sabato 21 novembre). Intanto Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato un’ordinanza, in vigore da oggi, con cui si rinnovano le misure relative alle Regioni Calabria, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sicilia, Valle d’Aosta. La nuova ordinanza è valida fino al 3 dicembre 2020, ferma restando la possibilità di nuova classificazione prevista dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 3 novembre 2020.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here