Mannino, presidente del Parlamento della legalità internazionale, adesso anche pro rettore “Isfoa”

0
179

Monreale – Un lungo applauso si è levato da una platea prestigiosa di personalità del mondo ecclesiale istituzionale e non solo quando il magnifico rettore dell’Università libera e privata di diritto internazionale “Isfoa”, Stefano Masullo ha conferito la nomina a Pro Rettore dell’Università a Nicolò Mannino Presidente del Parlamento della legalità internazionale. A presentare il curriculum vitae di Mannino ci ha pensato il braccio destro del rettore, Vincenzo Mallamaci il quale da tempo ha conosciuto l’azione culturale che il Presidente del parlamento della legalità internazionale svolge su tutto il territorio internazionale. Una cerimonia, questa, che ha visto unire due “anime” culturali degni di questo nome con lo sguardo puntato verso i giovani e il presente di quanti agiscono a favore dei grandi valori della vita. L’università Isfoa proprio a fine agosto ha avuto un singolare e importante segno di riconoscimento da parte di alcuni Ministeri del governo italiano riconoscendone proprio l’entità particolare nel campo della Ricerca Scientifica /culturale. Ed è in questo quadro di azione che ben si inserisce il ruolo di Mannino il quale con una prestigiosa figura come il magnifico rettore Masullo il vice Mallamaci e un senato accademico di tutto rispetto, riuscirà a dare voce e note culturali a favore di una nazione che ha bisogno più che mai di risvegliare le coscienze per un costante impegno di una vera cultura della vita. “Ringrazio tutti coloro che hanno pensato a me per un ruolo singolare in casa Isfoa – ha detto Nicolò Mannino a conclusione della manifestazione – e mentre ringrazio il magnifico rettore Stefano Masullo, il vice Mallamaci e tutti i membri del Senato Accademico, auspico un grande successo culturale a questa realtà culturale che accredita meritatamente consensi da parte di autorevoli figure di prestigio sia dal mondo ecclesiale che istituzionali “. Ai presenti Nicolò Mannino ha fatto conoscere la dia opera scritta con Salvatore Sardisco dal titolo” Insegnami ad marmi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here