Il sindaco, Mario Bolognari, avvia i lavori di demolizione dell’ex mattatoio

0
155

Taormina – Al via, ieri mattina, i lavori di demolizione dell’ex mattatoio. A dare simbolicamente il via alle opere è stato il sindaco, Mario Bolognari. Il primo cittadino, a bordo di una gru di un’impresa della zona che si aggiudicata, tramite la consultazione della piattaforma Mepa, il pubblico incanto, ha avviato lo smantellamento della fatiscente struttura. I lavori, in effetti, stanno proseguendo da settimane. Tra le curiosità vi è il fatto che all’interno della struttura in disuso sono stati reperiti oltre ai più disparati materiali, come ad esempio i resti dei carri di Carnevale, anche numerosi documenti cartacei comunali. Le opere sono state bloccate per giorni anche perché si doveva attendere l’arrivo degli operai di Enel per staccare un contatore ancora attivo. I materiali di scarto trovati sono stati consegnati a Tekra per lo smaltimento. Una volta liberato lo spazio sarà realizzata un’area di sicurezza a servizio dei locali della scuola “Ugo Foscolo”, diventata punto di riferimento dell’attività dedicata all’istruzione nel cuore della città del centauro. Sarà, infine, mantenuta, così come ha tenuto a precisare il sindaco, la quota attuale della zona per evitare lo smantellamento di un muro di contenimento della contrada Branco. Si stanno realizzando opere da circa 90mila euro che derivano fa un fondo messo a disposizione sulla sicurezza delle scuole voluto, tempo addietro, dal governo nazionale si indicazione dell’ex ministro, Matteo Salvini. Sono materialmente, a disposizione dei lavori, 65mila euro, mentre i restanti 25 mila euro sono somme destinate alle incombenze che dovrà intraprende l’amministrazione per dare il via alle opere. L’area del vecchio “macello” potrà essere utilizzata, in caso di eventuali emergenze, come punto di raccolta nell’ambito del Piano di Protezione Civile pensato da  Comune ormai nel lontano nel 2013.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here