Commosso addio al prof. Antoniuccio Cacopardo, uomo gentile e colto

0
193

Taormina – (Di redazione) L’altro giorno una Basilica Cattedrale gremita con le dovute limitazioni numeriche imposte dalla normativa sulla diffusione del Coronavirus che riduce la capienza del luogo sacro a 160 posti ha dato l’estremo saluto al Prof.Antonino Rocco Cacopardo. E’ venuto a mancare il giorno di Ferragosto esattamente un giorno prima che compisse 69 anni a seguito di una lunga malattia che lo aveva debilitato. Cacopardo era molto noto a Taormina propria per essere una mente brillante con una grande passione e conoscenza della letteratura soprattutto classica: riusciva a tradurre all’impronta dal Greco antico al latino. Aveva anche insegnato presso l’Istituto scuola dei Padri Maristi. Generazioni di liceali hanno usufruito dei suoi insegnamenti rendendolo di fatto un insostituibile punto di riferimento. La cerimonia funebre è stata officiata dal parroco di Taormina Mons.Carmelo Lupo’. La figura di Cacopardo è stata inoltre ricordata da Vito Livadia, Ernesto Fichera e da un anziano ex Professore Catanese del Cacopardo che ne hanno sottolineato la grande preparazione culturale e bontà d’animo. Cacopardo faceva parte di varie associazioni:socio fondatore della Sottosezione di Taormina del Cai (Club Alpino Italiano), socio onorario del Club per l’Unesco di Taormina,Valle d’Alcantara e d’Agrò,gli Ex allievi di Don Bosco ed era pure appartenente al Terzo Ordine Francescano secolare. Inoltre proverbiale era il suo attaccamento alla famiglia ed in particolare alla madre per rimanere vicino alla quale aveva a suo tempo pure rinunciato ad una cattedra di insegnamento presso la prestigiosa Università della Sorbona considerata una delle eccellenze d’oltralpe e nota a livello internazionale per avere formato famose personalità. La perdita di Cacopardo ha lasciato un vuoto incolmabile nella moglie Irene, nel figlio Mario e nel nipote Ettore Antonio ma anche in tutta la comunità Taorminese dalla quale era stimato ed apprezzato per la sua generosità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here