Cacopardo,”Urge avviare adesso i progetti per una migliore gestione della baia di Isolabella”

0
70

Taormina – “Urge avviare adesso i progetti per una migliore gestione della baia di Isolabella”. Lo sostiene, Francesco Cacopardo, presidente dell’associazione “Mare blù” che si occupa da tempo delle problematiche della zona a mare di Taormina. “La stagione, dal punto di vista della frequentazione – prosegue Cacopardo – è stata anche migliore di quanto ci aspettavamo. Certamente adesso è arrivato il momento di pensare al futuro in un contesto difficile e che riserva numerose incognite. Gradiremmo, quindi, una costante collaborazione con la casa municipale. Un contatto questo che é stato attivato con il sindaco, Mario Bolognari, ma che ritengo debba essere più forte ed intenso. Solo in questo modo si potranno realizzare progetti concreti che vanno a mio avviso nell’interesse di tutti. In questo senso, penso, che debba essere attuato, ad esempio, il divieto di ancoraggio delle imbarcazioni da diporto all’interno delle anse della baia. In questo modo si potrebbe salvaguardare la posidonia. Contestualmente andrebbe regolamentato l’arrivo delle imbarcazioni mediante, ad esempio, un campo boe. Questa è una delle proposte di gestione che ha anche altri obiettivi che sono rivolti ad una migliore raccolta dell’immondizia per evitare accumuli impresentabili. Resta, comunque, la grande voglia di fare che anche quest’anno ha visto come protagonisti quanti hanno a cuore il tratto di mare simbolo di Taormina”. Insomma, si parla di preparare adesso il periodo della balneazione del 2021 anche in sinergia col Cutgana, che gestisce la riserva naturale orientata dello scoglio tra i più conosciuti di tutto il mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here