Bimbo di immigrati sbarcati a Lampedusa salvato al “Centro Cardiologico Pediatrico del Mediterraneo”

0
651

Taormina – Bimbo di immigrati sbarcati a Lampedusa operato al “Centro Cardiologico Pediatrico del Mediterraneo”, ospitato dal “San Vincenzo” di Taormina. Si tratta di una delle tante storie di solidarietà che si stanno vivendo anche in queste giornate di ferragosto nel presidio ospedaliero di contrada Sirina. La coppia era proveniente dal Ghana ed ha dato alla luce due gemelli. Uno di questi, ahimè, a seguito di accertamenti, è risultato essere affetto da una grave malformazione al cuore. I medici di Taormina si sono immediatamente messi a disposizione per salvare la vita di questo bimbo di appena cinque mesi. L’operazione è riuscita e si attende, adesso, la guarigione completa. “È stata per me una gioia grande – ha commentato il primario, Sasha Agati – è questa una storia di vita bellissima. A tal proposito mi sento di ringraziare i rappresentanti dell’associazione di volontariato “CasPa 4 San Francesco” di Palermo per il loro impegno e per essersi presi cura di un bimbo e della loro famiglia provenienti dal lontano paese africano”. In ogni caso la famiglia ha, immediatamente, dimostrato la volontà d’integrazione in Italia. I genitori hanno chiamato il figlio malato Francisco, proprio in onore di Papa Francesco. Il bambino molto piccolo era, appunto, in gravi condizioni a seguito di una cardiopatia congenita in un quadro “sindromico”. Nella “Perla”, dunque, è stato operato con successo ed i genitori lo hanno potuto abbracciare. Insomma ancora un successo per il complesso sanitario taorminese dove gli “Angeli del cuore” sono sempre all’opera per ridare un’aspettativa di vita ai più piccini. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here