Avviate indagini a tappeto dalla Polizia Locale su discariche abusive

0
404

Taormina – Dichiarata, da Palazzo dei Giurati, lotta alle discariche abusive nel periodo post lockdown. In effetti, da tempo, si registrano numerose segnalazioni di accumuli di immondizia che si sono notate nel territorio di pertinenza della città del centauro. Adesso, la casa municipale ha deciso di fare sul serio. Gli agenti della Polizia locale, hanno attivato le indagini per risalire a quanti non rispettano le rigide norme della differenziata. Il caso di cui si stanno occupando gli agenti, è intervenuto sul posto l’ispettore, Fausto Costa, è stato davvero eclatante. Sul raccordo che conduce dall’Ospedale “San Vincenzo” alla via Crocefisso è stato trovato di tutto. Materiali di risulta, resti di fuochi d’artificio, che se inesplosi possono risultare pericolosi, seggiolini, materiali incendiati, servizio di piatti di un ristorante ed altro ancora sono stati, per giorni, un panorama davvero indecente per un’arteria molto frequentata. Una richiesta di intervento in proposito, dopo le segnalazioni di singoli cittadini, era stata effettuata anche da Legambiente. “È certamente difficile pensare – ha detto l’esperto alle piccole manutenzioni della casa municipale, Nicola Sciglio, che ha coordinato l’intervento – che ancora adesso vi siano persone che non rispettano il calendario della differenziata. Sicuramente è necessaria la collocazione delle, cosiddette, “foto trappole” per fungere da deterrente all’usanza di abbandonare per strada ogni genere d’immondizia”. Il piano di Sciglio non dispiace per nulla al sindaco, Mario Bolognari. “Sono favorevole a questo tipo di iniziativa – ha affermato il primo cittadino – e ci muoveremo al più presto in questo senso”. Riparte, dunque, un progetto di controllo del territorio che serve, più che altro, a scoraggiare l’abbandono dell’immondizia e che gli accumuli facciano bella mostra di se in un territorio a forte propensione turistica. Qualche risultato era stato raggiunto nei mesi scorsi. Intanto la discarica in questione, dislocata in due punti, è stata bonificata dall’azione dei bravi e disponibili operai di Tekra, la società che si occupa di questo delicatissimo settore a Taormina. Si spera che la zona non venga nuovamente sporcata da altri cittadini “distratti”. Nel frattempo, i vigili urbani, hanno acquisito una serie di ricevute e vecchi documenti, reperiti tra l’immondizia, dai quali si potrebbe risalire, magari, a qualcuno che abbia lasciato il proprio sacchetto d’immondizia proprio in quel luogo. È stata attuata, infatti, una sorta di tolleranza zero. I trasgressori rischiano, appunto, salate multe, oltre 300 euro. La battaglia, contro gli “insozzatori” è, dunque, aperta a largo raggio. Il piano di controllo sarà presto messo in atto, ma la speranza resta sempre nel senso di civiltà della popolazione che frequenta ed abita la cittadina turistica. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here