Al via la grande estate di concerti per l’orchestra a plettro diretta dal maestro, Antonino Pellitteri

0
375

Taormina – “Sarà un estate ricca di appuntamenti” per l’orchestra a plettro”, lo ha annunciato il Presidente dell’Associazione Musicale Taorminese Elisabetta Monaco. Dopo la partecipazione al Taobuk 2019 per un omaggio al Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, il 4 luglio p.v. alle 20,45 l’Orchestra a Plettro Città di Taormina suonerà nella magica cornice del Teatro Antico in occasione della 65esima edizione del Taormina Film Fest firmata Videobank. Subito dopo, l’Orchestra volerà a Milano per esibirsi per un International Convention nel prestigioso Milano Congressi (MiCo). L’Orchestra a plettro tornerà ad esibirsi a Taormina l’ 8 luglio alle 21,30 nella Chiesa di S. Caterina in occasione dei festeggiamenti del S. Patrono S. Pancrazio. Seguiranno una serie di concerti in varie città siciliane per la presentazione del nuovo CD. Fondata agli inizi del ‘900, l’Orchestra a Plettro Città di Taormina è la più antica realtà musicale presente a Taormina e una delle più antiche formazioni a plettro  d’ Italia. L’ensamble, che si è esibito in centinaia di concerti in tutto il mondo, è composto da circa 30 elementi, tra i quali mandolini, mandole, mandoloncelli, chitarre e contrabbassi. Dal 2008, la direzione artistica è affidata al M° Antonino Pellitteri. Nella sua lunga storia, l’Orchestra a plettro è stata per i tanti taorminesi che ne hanno fatto parte l’espressione più autentica dell’amore per la musica e per gli strumenti di matrice popolare al punto da divenire una vera e propria istituzione della Città di Taormina. Un grande riconoscimento all’Orchestra è avvenuto nel giugno del 1999, quando la TV di Stato giapponese ne ha girato un video documentario. Tra i maestri che hanno reso famosa l’Orchestra, ricordiamo il M° Cosimo Aucello, a cui si deve la creazione della scuola di mandolino alla quale si sono formate generazioni di mandolinisti, il carismatico M° Chico Scimone, il quale, a partire dagli anni ’70, ne ebbe la direzione per più di 30 anni, il M° Pancrazio Gulotta, per molti anni primo mandolino e compositore al quale si devono molte opere originali per questa formazione. Nel tempo la popolarità dell’Orchestra crebbe tanto che, nel 1960,  prese parte alle riprese cinematografiche del film “l’Avventura” di Michelangelo Antonioni. Oggi come allora l’Orchestra a plettro entusiasma il suo pubblico per la sua inconfondibile e caratteristica sonorità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here