Boom del “mordi e fuggi”, Asm, che gestisce funivia e parcheggi, in attivo di oltre tre milioni di euro

0
214

aormina – Boom del turismo “mordi e fuggi” nei tre mesi che rappresentano il momento “clou” della stagione turistica. Sono arrivati, nel complesso, a giugno, luglio ed agosto appena trascorsi quasi 600mila visitatori di un movimento alimentato dalla tradizionale passeggiata tra vetrine e beni architettonici ed il momento degli spettacoli al Teatro Antico. Il calcolo dell’esercito dei turisti occasionali viene dato dai numeri forniti da Asm. Sono stati ospitati nel periodo preso in considerazione, ben 189mila 930 veicoli che hanno trovato ricovero nei parcheggi gestiti dalla Municipalizzata, Porta Catania, Lumbi e Mazzarò. Nel dato non vengono considerati i numeri del parcheggio Porta Pasquale, gestito direttamente dal Comune e delle aree di sosta private. Il numero dei visitatori, dunque, potrebbe essere decisamente superiore. Questo testimonia la difficoltà di accogliere al meglio questo grande numero di visitatori che spesso si trovano in massa nel “cocuzzolo”. Nel dettaglio i veicoli negli autosilos di Asm, sono stati 37mila 354 a giugno, 53mila 708 a luglio e 98mila 873 ad agosto. Rispetto allo scorso anno si è registrato un aumento di circa il 5%. Nel 2017, sempre nei tre mesi presi in considerazione, sono stati “solo” 179mila 730 i mezzi ospitati. A giugno erano stati 38mila 18, a luglio 45mila800 ed agosto 95mila 12. Facendo un raffronto sullo scorso anno a giugno del 2018 si è registrato un calo dei mezzi. Luglio seguente ha avuto un incremento da record ed infine agosto ha quasi toccato il tetto dei centomila veicoli ospitati. Il calo di giugno viene imputato dagli esperti al fatto che non vi sono stati grandi spettacoli di richiamo al Teatro Antico. Questo potrebbe essere un dato importante per fare in modo che molti appuntamenti possano essere realizzati proprio ad inizio estate quando cioè la città ha ancora un’elevata capacità di accoglienza senza andare in sofferenza. Intanto i vertici della Municipalizzata gongolano perché la stagione sembra essere andata bene anche dal punto di vista finanziario visto che nelle casse della principale azienda cittadina hanno un saldo attivo di ben 3milioni e 60mila euro. Un dato questo che arriva da una gestione oculata del “commissario di ferro”, Agostino Pappalardo ed anche dalla grande attività della funivia che collega Il centro storico alla frazione di Mazzarò. Certamente questi dati fanno pensare a come possono essere spesi questi fondi per migliorare ulteriormente la qualità dei servizi forniti dalla principale azienda cittadina. L’intenzione dell’amministrazione attiva resta quella di avviare una fase di confronto per definire, una volta per tutte, il rapporto tra la municipalizzata e Palazzo dei Giurati”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here