“Scateno” De Luca sindaco di Taormina ed adesso pensa già alle elezioni europee

0
713

Taormina – Cateno De Luca è il neo eletto sindaco della città del Centauro, succede all’uscente sconfitto primo cittadino, Mario Bolognari. Una vittoria questa “senza se e senza ma” visto che De Luca ha, praticamente, travolto tutti gli avversari e precisamente anche l’altro candidato, Antonio D’Aveni ed Alessandro De Leo, onorevole regionale che comunque era a capo di una lista civetta a supporto sempre del leader di “Sud chiama Nord”. Un risultato importante che proietta De Luca verso le alte sfere della politica nazionale. “Voglio lanciare immediatamente il patto di Taormina – ha detto De Luca – in vista delle prossime elezioni europee. Ci presenteremo assieme alle altre forze politiche nazionali in occasione di questo importante appuntamento”. Insomma De Luca che, adesso, ha fatto poker di sindacature pensa già ad appuntamenti futuri da una Taormina che potrebbe fare da  trampolino di lancio, magari, per scenari internazionali. “I veri Taorminesi hanno vinto, ed io non li deluderò. Sarò il Sindaco di tutti nessuno escluso”, ha detto ancora De Luca che ha raggiunto un record di sindacature eguagliando quello di Vittorio Sgarbi. De Luca infatti, può dire di aver fatto il primo cittadino a Fiumedinisi, Santa Teresa, Messina ed adesso, Taormina. Un risultato che gli arriva grazie anche alla grande forza di promozione mediatica che nasce da un’ottima conoscenza del messaggio politico veicolato dai social e dalle sue imitazioni che a Taormina, invece di sorprendere, hanno fatto sicuramente breccia nell’elettorato. “Per Messina – ha detto, dal canto suo, Federico Basile, sindaco della città dello stretto – avere a Taormina un sindaco come De Luca è la dimostrazione che il buon governo passa proprio dalla vicinanza al territorio, non è un caso se in ogni competizione elettorale venga riconfermata la fiducia in un amministratore che sa governare. De Luca a Taormina esprime, dunque, l’esperienza di buon governo che ha fatto in passato”. Si prospetta una nuova era per la città di Taormina. Questa competizione elettorale ha, di fatto, rivoluzionato tutti gli schemi consolidati del passato anche recente dove la faceva da padrona il mosaico, a volte estenuante, degli accordi, in un contesto nel quale pure piccoli gruppi politici riuscivano a tenere sotto scacco le amministrazioni locali imponendo le proprie richieste. De Luca ha fatto tutto da solo facendo percepire, anche al taorminese vecchio stampo, la forza di una personalità variegata che tocca pure il campo musicale ed artistico. Adesso, però, tocca a De Luca un difficile compito, perché Taormina è Taormina e si attendono i risultati concreti per dare realmente quella “marcia in più” che la cittadina simbolo del turismo isolano attende con impazienza. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here