Poste le basi per il trasferimento del Consorzio per la rete fognante all’Ati idrico

0
76

Taormina – I sindaci del comprensorio turistico pongono le basi per il trasferimento all’Ati idrico del Consorzio della rete fognante. Attualmente non vi è alcun intento dichiarato ma la riunione che si è svolta, ieri mattina, a Palazzo dei Giurati alla presenza di Mario Bolognari (Taormina), Giorgio Stracuzzi (Giardini Naxos), Alessandro Costa (Letojanni) ed Orlando Russo (Castelmola), fa presumere che tutto possa andare nella direzione, comunque, già prevista da una speciale legge regionale che regola la materia. Cambio di rotta, dunque, da parte degli amministratori attuali quando, invece, in un passato non lontano si stava pensando, quantomeno, di tentare di mantenere, in qualche modo, il servizio idrico integrato a livello locale. Intanto si sono riuniti i sindaci dei quattro comuni del Consorzio della rete fognante insieme con il presidente dello stesso, Mauro Passalacqua. “Un incontro questo – ha riferito Bolognari – per affrontare e risolvere la crisi gestionale e finanziaria del consorzio. Si è, così, deciso di attribuire tre incarichi di consulenza gratuiti all’avv. Nunzio Cammaroto, per gli aspetti legali e del contenzioso, al dott. Vito Cabanè per gli aspetti finanziari e il dott. Arturo Vallone in qualità di direttore generale. In particolare, Cammaroto e Vallone sono rispettivamente consulente e dirigente dell’”Ati Messina”. Il provvedimento sarà formalizzato entro la prossima settimana”. Insomma l’Ato idrico sta mettendo piede all’interno del Consorzio della rete fognante dopo anni di battaglia per mantenere una gestione più localistica che sono iniziate al tempo del compianto presidente, Carmelantonio D’Agostino. Il passaggio all’Ati dovrebbe avvenire già dai prossimi mesi. Intanto questo passaggio scaturito dall’ultimo incontro è stato accolto con soddisfazione da parte di Russo, che ha anche la doppia veste di sindaco di Castelmola ed attuale presidente dell’Ati Messina.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here