Consorzio per la rete fognante, lavoratori interinali da giorni senza contratto di lavoro

0
298

Giardini – Naxos – “Le varie sedi del consorzio per la rete fognante, al momento, sono popolate da…fantasmi. Non si vedono al momento personaggi come Oscar Aimà, dell’ufficio tecnico, Peppe Caudullo, responsabile degli uffici e Stefano Codevilla, esperto del settore. Lo sottolineano con forza i nove lavoratori interinali che rappresentano il cuore pulsante che riesce a mantenere in funzione gli impianti”. Lo dicono i lavoratori interinali del consorzio. “Siamo in una situazione difficile – dice il portavoce degli interinali, Luca Curcuruto – non ci hanno ancora rinnovato il contratto. Siamo stati, teoricamente, in servizio fino al sette gennaio. Anche questa data, comunque, non è stata ratificata. Adesso non sappiamo cosa ci riserva il futuro anche perché non abbiamo neanche interlocutori con cui affrontare l’argomento”. Insomma, torna lo spettro di un sistema della depurazione che sembra essere una sorta di bus che va avanti senza autista e meccanico. Gli interinali, infatti, in numero non adeguato alle esigenze degli impianti, fanno turni massacranti per garantire il funzionamento degli impianti, non solo del complesso di Pietrenere a Giardini Naxos, ma anche in quello di San Filippo a Letojanni. Debbono svolgere, per ragioni di sicurezza, un turno a coppia. Basta, dunque, che qualcuno vada in malattia o prenda una giornata di ferie per far saltare il programma dei turni. Insomma una situazione che è già precaria a pieno regime e che adesso è diventata una sorta di rebus risolvere al più presto per evitare che in caso di guasti non ci sia il personale necessario ad affrontare l’emergenza. Al momento vi sono in servizio solamente tre tecnici a tempo indeterminato, a questi va aggiunto un impiegato che svolge la funzione di tenere aperti gli uffici. I lavoratori a tempo determinato hanno tenuto un’assemblea, ieri mattina, nella sede giardinese del consorzio nella speranza, inoltre, che venga stabilizzato il proprio rapporto di lavoro che viene rinnovato, mensilmente, tramite un’agenzia di lavoro. Vi sono lavoratori, comunque, che vivono questa incertezza sul proprio posto di lavoro da circa 5 anni. Ai lavoratori ha risposto il presidente del Copnsorzio, Mauro Passalacqua. “In questo momento gli impianti – ha detto il presidente – stanno lavorando al minimo. Non appare necessaria tutta la forza lavoro. E’ in programma, comunque, una richiesta di lavoro di una parte dei lavoratori a tempo determinato”. Mauro Romano

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here